Trieste Mini Maker Faire | Trieste scrivi

Trieste Mini Maker Faire

Numeri da record per la TSMMF (Mini Maker Faire), edizione 2015: più di 16mila visitatori in 2 giorni, 91 stand, 25 gazebo, 38 seminari, e ancora, oltre 600 bambini che hanno partecipato ai laboratori pratici e attività. Insomma, veramente straordinario il richiamo di pubblico e partecipazione, per questa seconda edizione della fiera della creatività. Una vera e propria festa dell’ingegno, aperta a “smanettoni”, tecno-creativi, artigiani, hobbisti, scienziati, artisti e appassionati di qualsiasi formazione, tutti accomunati dal voler essere qualcosa di più che semplici utilizzatori di oggetti; mossi dal desiderio di capirne il funzionamento e di costruirsi da soli le soluzioni ai piccoli e grandi problemi di ogni giorno. Anche noi abbiamo fatto una visita, seppur breve, armati di fotocamera e videocamera. Ecco il reportage con foto e video. (clicca sulla foto per accedere all’album. Poi clicca sulle singole foto per ingrandirle)

Stampanti 3D e droni hanno catturato l’attenzione di tutti, ma anche circuiti che permettono di controllare da una app elettrodomestici e macchine del caffè, esperimenti di biomedicina e bioelettronica, robot che svolgono compiti più o meno complessi (c’è anche quello che gioca a calcio), applicazioni a sfondo sociale – come il bastone intelligente per le persone ipovedenti (che parla e “racconta” gli ostacoli) o il telefono (una mano robotica) per comunicare con le persone sordo-ipovedenti – e strumenti musicali innovativi, come l’arpa al laser, che sostituisce le corde con fasci di luce. Durante lo spettacolo del sabato sera, oltre agli umani, si sono esibiti: 1 robot pianista, 1 R2D2, 1 droide da battaglia, 1 Dart Vader. Insomma, negli oltre 10mila mq di campus ICTP aperto al pubblico c’era davvero di tutto. Non siete riusciti a vederla? Cliccati qui, nel sito ufficiale per dare un’occhiata a foto e video e, mi raccomando, non perdete la prossima edizione!

 

Numeri da record per la TSMMF (Mini Maker Faire), edizione 2015: più di 16mila visitatori in 2 giorni, 91 stand, 25 gazebo, 38 seminari, e ancora, oltre 600 bambini che hanno partecipato ai laboratori pratici e attività. Insomma, veramente straordinario il richiamo di pubblico e partecipazione, per questa seconda edizione della fiera della creatività. Una vera e propria festa dell’ingegno, aperta a “smanettoni”, tecno-creativi, artigiani, hobbisti, scienziati, artisti e appassionati di qualsiasi formazione, tutti accomunati dal voler essere qualcosa di più che semplici utilizzatori di oggetti; mossi dal desiderio di capirne il funzionamento e di costruirsi da soli le soluzioni…

la nostra recensione

Attrattività
Ambiente
Spettacolarità
Organizzazione
Interazione con il pubblico

totale

Un'evento che attrae appassionati, ma anche semplici curiosi. Successo garantito! Aspettiamo il 2016.

Attrattività ai massimi livelli e numeri quaasi da record per questa seconda edizione. L’ambiente seppur abbastanza spazioso era adeguato ad una fiera di questo tipo, peccato per la difficoltà di parcheggio, anche se sono state potenziati bus e ferrovie. L’interazione con il pubblico ha il massimo punteggio, ma d’altra parte non ci si può aspettare altro da una fiera di inventori. Ottima l’organizzazione con servizio di sicurezza e la possibilità di pranzare e cenare. Spettacolarità garantita non solo dagli stand ma anche dai seminari, laboratori e spettacolo serale.

leggi anche

002

Operazione Topolini puliti

(clicca sulla foto per accedere all’album. Poi clicca sulle singole foto per ingrandirle) Fabio Tuiach …