IMG_4335

Grande successo della festa del dolce tipico

Grande successo anche quest’anno per la Festa del dolce tipico, l’evento dedicato ai dolci artigianali che unisce dolcemente idee innovative e tradizione in una parata di dolcissime golosità, triestine e da tutta Italia e dall’estero. Nonostante la pioggia, sono stati ripetuti i numeri record del 2015 con 50mila visitatori registrati in 4 giorni di apertura. Affollatissimi i laboratori, le degustazioni e gli incontri con esperti del settore sull’arte dei pasticceri. Inaugurata alla presenza dell’Assessore comunale allo Sviluppo ed Attività Economiche, Edi Kraus, la parata di dolci golosità e specialità tipiche dolciarie ha proposto una vasta selezione di dolci tipici locali e regionali. Dai più semplici, ma di grande effetto e gusto, ai più originali. Da quelli tradizionali alle nuove creazioni dei maestri pasticceri. Dalle torte ai cocchetti ai – per la prima volta in Italia – “Nasi di Gent” fino ai dolci stagionali. Quella di quest’anno, come promesso dagli organizzatori della Flash Srl, è stata un’edizione ancora più ricca e ampliata rispetto alle precedenti: un tripudio di dolcissime proposte, rigorosamente artigianali e di squisiti e golosi ingredienti di qualità. La decina di selezionatissimi espositori (maestri pasticceri, locali, italiani e internazionali) per quattro giorni ha offerto al pubblico la possibilità di conoscere e gustare le proprie dolcissime e sfiziose preparazioni: dai dolcetti ungheresi ai dolci tipici provenienti da tutta Italia (Piemonte, Lombardia, Umbria, Veneto e Friuli Venezia Giulia), protagonisti di una gustosissima esposizione per i palati più golosi. Particolare spazio è stato riservato naturalmente alle tipicità Triestine e regionali: putizze, presnitz, pinze, colombe, uova di Pasqua, titole e altri dolci pasquali e di stagione – come le gustosissime torte Mimosa dedicate alla Festa della Donna – hanno esaltato la vasta produzione locale, rappresentata da Cadenaro e Bon-Bon & Chocolate, nella filosofia della conservazione e valorizzazione delle tradizioni locali e dei prodotti e ingredienti di alta qualità a chilometro zero.

Ad arricchire ulteriormente l’evento, sono stati come ogni anno i laboratori, le esposizioni, le degustazioni e gli incontri con esperti del settore, con una particolare attenzione rivolta ai bambini, che hanno potuto partecipare alle mini lezioni tenute da maestri pasticceri, assistere alle istruttive fasi della preparazione e lavorazione artigianale dei dolci e al termine hanno potuto degustare le golosissime creazioni appena sfornate. Ad un pubblico più adulto erano infine rivolti percorsi degustativi dedicati a prodotti delle varie regioni d’Italia.

Soddisfatti gli organizzatori della Flash Srl: “Il rinnovato successo di quest’anno è la dimostrazione dell’affetto dei Triestini per una manifestazione ormai tradizionale che intendiamo allargare sempre di più nelle edizioni a venire, a cominciare da quella del 2017 che segnerà il traguardo dei 15 anni. Un successo che ci spinge a dedicarci con rinnovato entusiasmo ai prossimi eventi in calendario, altri due classici della primavera triestina a cominciare da “Trieste in Fiore”, in programma dal 16 al 23 marzo in Viale XX Settembre, dove si può già ammirare l’innovativa illuminazione a forma di orchidee, rose e farfalle, e “Aspettando la Pasqua” che si svolgerà in Piazza Sant’Antonio dal 24 al 28 marzo”.

leggi anche

cane_scrive

Un racconto “bestiale”

C’è un mese di tempo da oggi per scrivere un racconto “bestiale” e inviarlo al …