2016_10625stampa

Celebrazioni del 25 aprile

Nel 71° anniversario della Liberazione, diverse cerimonie e manifestazioni commemorative e iniziative culturali collaterali avranno luogo, organizzate dal Comune di Trieste assieme alle altre Istituzioni cittadine. La cerimonia celebrativa principale avrà luogo, come di consueto, nella mattinata di lunedì 25 aprile, con inizio alle ore 11, alla Risiera di San Sabba, dove si terrà una solenne commemorazione, con la deposizione di corone d’alloro, la celebrazione dei riti religiosi cattolico, evangelico, serbo-ortodosso, greco-ortodosso ed ebraico, interventi delle Autorità cittadine.
La cerimonia prenderà avvio con l’ingresso dei Gonfaloni di Muggia, decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare, e di Trieste, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare, alla presenza del picchetto d’ordinanza del Reggimento Piemonte Cavalleria Secondo e dei gonfaloni della Regione, di tutti i Comuni della Provincia e della stessa Provincia di Trieste. Accanto alle Autorità saranno presenti i rappresentanti e i labari di Enti, Associazioni dei Deportati e Perseguitati Politici Antifascisti, Partigiani, Volontari della Libertà, Caduti e Associazioni Combattentistiche e d’Arma, dei Sindacati e del Comitato Internazionale del Lager Nazista della Risiera di San Sabba. E ancora, la bandiera della Brigata Ebraica che, inquadrata nell’Ottava Armata dell’Esercito Britannico, contribuì alla liberazione d’Italia.
Avrà luogo quindi la deposizione di una corona da parte del Prefetto di Trieste, del Sindaco e dei rappresentanti della Regione e della Provincia. Una successiva corona commemorativa sarà congiuntamente deposta dai Sindaci di Duino Aurisina/Devin-Nabrežina, Monrupino/Repentabor, Muggia, San Dorligo della Valle/Dolina e Sgonico/Zgonik. Ancora un’altra corona da parte dei rappresentanti dei gruppi e delle Associazioni.
Seguiranno due interventi, il primo da parte di uno studente, recente visitatore del Campo di Auschwitz nell’ambito del progetto “Promemoria Auschwitz”, che leggerà un testo sul significato di quest’esperienza; il secondo di un lavoratore, a nome dei Sindacati.
Saranno quindi tenuti gli interventi ufficiali del Sindaco di Trieste (anche con traduzione in lingua slovena) e del Sindaco di Sgonico/Zgonik.
Infine, i riti religiosi: il cattolico officiato dall’Arcivescovo Crepaldi, il Greco–Ortodosso dall’Archimandrita Miliaris, il Serbo-Ortodosso dal parroco di San Spiridione Radovic, l’Evangelico dal Pastore Marchetti in rappresentanze delle diverse Comunità evangeliche, l’ebraico dal rabbino capo Di Martino.

Dopo la chiusura ufficiale della cerimonia si terrà sul posto un concerto del Coro Partigiano Triestino – TPZ

Sempre in occasione del 71° anniversario della Liberazione, lo stesso Comune di Trieste ha inoltre organizzato un programma di manifestazioni culturali che si terranno tutte alla Risiera di San Sabba (consultabile anche sui siti della Retecivica e su www.triestecultura.it).
Già iniziato mercoledì scorso 20 aprile, con l’inaugurazione della mostra “Fotografare la memoria / ONE shot: uno scatto, un racconto” tuttora in corso, in collaborazione con l’Associazione culturale “dotART”, il programma così proseguirà:
– mercoledì 27 aprile, alle ore 17.30, con la presentazione del volume di Francesca Bearzatto “Per fame o per convinto. Storie di vita e di resistenza nel mondo contadino. San Leonardo Valcellina (1900-1950)”, con l’autrice e Anna Maria Vinci, a cura dell’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia di Trieste;
– mercoledì 4 maggio, alle ore 17.30, con la presentazione del numero monografico della rivista “Qualestoria” num. 2/2015 “Collaborazionismi, guerre civili e resistenze”, discussione con Jože Pirjevec, a cura dell’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia di Trieste;
– mercoledì 11 maggio, alle ore 17.30, presentazione del volume di Raffaella Cargnelutti “Alla gentilezza di chi la raccoglie: dall’inferno di Buchenwald una storia vera”, discussione con l’autrice e con Francesco Fait, a cura del Civico Museo della Risiera di San Sabba-Monumento nazionale;
– mercoledì 18 maggio, ore 17.30, presentazione del volume di Giorgio Liuzzi “Violenza e repressione nazista nel Litorale Adriatico 1943-1945”, discussione con l’autore e con Tristano Matta, a cura dell’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia di Trieste.

leggi anche

cane_scrive

Un racconto “bestiale”

C’è un mese di tempo da oggi per scrivere un racconto “bestiale” e inviarlo al …